Tag Archives: Second Life

Rinascimento virtuale

Un appuntamento molto interessante quello di ieri sera con Mario Gerosa nell’auditorium di Toscana in Second Life, per la presentazione del suo nuovo libro “Rinascimento Virtuale” e la premiazione del concorso fotografico ispirato alle grandi opere pittoriche rinascimentali.
Tanta gente – era da oltre sei mesi che non mi capitava di vedere la finestrella del SIM FULL per un evento italiano – che ha seguito la presentazione in Voice di Mario con interesse e numerose domande, mentre Susy gentilmente traduceva in tempo reale in chat per gli ospiti internazionali. Roberta Greenfield, organizzatrice impeccabile come sempre, sfoggiava uno splendido abito rosso a tema. Nonostante le bizze della Grid, che hanno tenuto fuori o fatto cadere molti di noi, la rappresentanza di Post Utopia/UnAcademy era come sempre nutrita e vivace e – dopo la premiazione di Nyla Rossini per la foto più interessante – ci siamo fatti un “dopocena” al Kranio Kafé.
Gli sfortunati rimasti chiusi fuori, quando il clima software del metaverso si è finalmente ristabilito, si sono uniti alla spicciolata per una piacevole chiacchierata che presto è scivolata verso la politica. Segno che per Eliver era giunto il momento di andare a nanna 🙂

unA serata interessante

Ieri sera ho seguito – nel ruolo di imboscata last minute – l’ultima lezione del corso “Raccontare il Digitale” tenuto da Junikiro a unAcademy.
Devo ammettere che non mi era ancora mai capitato di partecipare a un vero corso su Second Life, e trovarsi dall’altra parte della barricata a seguire una lezione è stata un’esperienza davvero interessante e coinvolgente. I partecipanti al corso hanno presentato ciascuno la loro “tesina” finale in voice, aiutati da un breve slideshow. Oltre a loro, almeno un’altra decina di presenti, tra cui il mio amico Giovy e la sottoscritta.

L’atmosfera a unAcademy era piacevolmente informale, ma c’è stato un grande rispetto per chi presentava: sono riuscita a seguire tutti gli interventi senza distrazioni. Nessuno che chiacchierava in chat, nessuno che disturbava in voice. Per me, abituata al casino di sottofondo durante i reading in piazza, è stata un’esperienza quasi irreale. Quale sarà stato il trucco? 😉
Forse lo sguardo severo del prof? O la visione ipnotica del suo cervello scintillante?

Guida Galattica, si replica stasera

Marvin the Paranoid AndroidPrima del prossimo appuntamento domenicale con la lettura in voice su Second Life del secondo capitolo della Guida Galattica per Autostoppisti, il nostro amico Mu si è offerto di replicare il primo capitolo per chi, qualche giorno fa, era distratto, pigro o in altre faccende affaccendato 😉

L’appuntamento è sempre al Delos BookClub, stasera verso le 23.oo per riascoltare le vicende del povero Arthur Dent, alle prese con un’autostrada galattica e i bulldozer. Lo so, è un’ora da nottambuli, ma prendetevela con Mu! 🙂

Il divano del bookclub è comodo, il tappeto e i cuscini pure, e il tè nella tazza è sempre caldo. Vi aspettiamo.

Per quanto mi riguarda, in questo periodo ho smesso di viaggiare in lungo e in largo per SL e, a parte arredare il club, non sto costruendo gran che.
Ma non mi sto fossilizzando: anche grazie al blog, infatti, sto conoscendo persone interessanti, piene di idee e di energia creativa. Chissà che il confronto con altre realtà di Second Life non catalizzi nuove iniziative.

PS: Ho demolito l’area Urban, il mai inaugurato Kranio Kafé: forse risorgerà in un momento più propizio, o forse semplicemente non era destinato a nascere. E vederlo vuoto mi faceva soltanto venire la tristezza.
Quindi l’ho brasato. Sorry.

Autostoppisti galattici al Delos BookClub

Domenica 13 gennaio alle 22.00 Eliver vi dà appuntamento al Delos BookClub in Second Life per un nuovo reading in voice: come promesso, questa volta tocca a Douglas Adams e alla sua mitica Guida Galattica per Autostoppisti, letta per voi da Mu Negulesco, grande appassionato della saga.

Babelfish
Una serata all’insegna del demenziale umorismo Britannico di uno degli scrittori di fantascienza che hanno fatto la storia di questo genere letterario, ma senza prendersi mai troppo sul serio.

Niente panico, quindi, e non dimenticate di portarvi l’asciugamano.

Per chi non sapesse come raggiungere il Delols BookClub, ecco la slurl:
http://slurl.com/secondlife/Amberaldus/200/242/80

Non ce la faccio…

Non andrò a Reggio Emilia: la salute non mi aiuta, né l’ora tarda.
Dormirò altre 12 ore.
Spero che sia un sonno senza sogni.

Il Delos BookClub è ancora in ristrutturazione, come sempre ormai.
La parte Urban è andata via: era troppo vuota, troppo grigia e triste.
Ora al suo posto c’è un prato: vedremo che cosa diventerà.
Forse un auditorium all’aperto, per le presentazioni.

Ho ripreso in mano l’idea di scrivere un libro su Second Life: voglio che sia un libro corale, una raccolta di storie di vita vissuta. Ho tanti amici, conosco molte persone e sono sicura che avranno voglia di raccontarmi storie interessanti.

Probabilmente domenica 13 organizzeremo il reading della Guida Galattica, ma non è ancora confermato: aspettiamo notizie da Mu.

Second Life a Reggio Emilia: vado o non vado?

Il 10 gennaio a Reggio Emilia, nell’Aula Magna dell’Università, ci sarà l’incontro “Second Life, Second Business? – Analisi della più grande comunità virtuale… alla ricerca delle possibilità di crescita delle imprese, organizzato dall’associazione CNA Reggio Emilia.
Ospiti della serata Marianna Panebarco di Web 3D, l’autore televisivo Alessio Mazzolotti, e Gianluca “bitser” Nicoletti, giornalista e autore del simpatico e dissacrante libro “Le vostre miserie, il mio splendore” (che ho letto con mucho gusto qualche settimana fa).

second-life.jpg

Avrei voluto andarci, ma porca miseria! Per una volta che qualcuno organizza qualcosa di interessante che riguarda Second Life, nei dintorni (beh, allargati…) di Milano, scopro che è alle 20:30 😦

Sigh.

Burning Chrome

Quale modo migliore per chiudere le fantozziane vacanze di Natale 2008 che con un bel reading estemporaneo in voice sulla piazza di Parioli?

Ho letto alcuni racconti della raccolta “Burning Chrome” di William Gibson, quelli più brevi ma anche più densi: Frammenti di una rosa olografica e New Rose Hotel.
A parte qualche simpaticone di passaggio, il pubblico ha gradito: trentacinque persone si sono fermate ad ascoltare, intorno ai tavolini del ristorante.

Qualcuno ha scattato anche delle belle foto: la più interessante la potete vedere sul Flickr di Bruttagente.

Burning Chrome

Avanti nel passato… a tutto vapore!

Il BookClub si rinnova – dopo un precedente leggero maquillage – per assumere un look Vittoriano un po’ steampunk. Ho acquistato una piccola struttura a due piani perfetta per il ruolo: un pian terreno per le mostre e le presentazioni, un primo piano per uno studio – magari per mettere in vendita qualcuna delle cose che ho costruito – e un terrazzo sul tetto per tenere parcheggiata la mia airship.

Presto inaugurerò, probabilmente con il reading dalla “Guida Galattica per Autostoppisti” di Douglas Adams, di cui avevo già parlato nell’ultima notice del gruppo.
La data è ancora da definirsi, visti gli impegni lavorativi che tra meno di 24 ore mi risucchieranno nel solito vortice spaziotemporale.

E’ stato bello vivere per un po’ tra Caledon e New Babbage.
Ora si ricomincia 😛

steam_club_001.jpg